IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Ultimi argomenti
» FORMAZIONE PIZARRO
Sab 15 Set 2012, 18:16 Da PIZARRO

» Formazione Deepthroat
Sab 15 Set 2012, 18:02 Da Michelaccio

» grazie presidente
Sab 15 Set 2012, 17:29 Da Giulione

» Formazione Stekkiano
Sab 15 Set 2012, 16:51 Da Stekka

» FORMAZIONI 2^ GIORNATA 2012-2013
Sab 15 Set 2012, 16:44 Da PIZARRO

» FORMAZIONI - RISULTATI - CLASSIFICA
Mar 21 Ago 2012, 12:25 Da PIZARRO

» SITUAZIONE ECONOMICA
Sab 19 Mag 2012, 20:02 Da PIZARRO

» CLASSIFICA FINALE + STATISTICHE
Sab 19 Mag 2012, 19:44 Da PIZARRO

» RISULTATI 36°GIORNATA
Sab 19 Mag 2012, 19:38 Da PIZARRO

Chi è online?
In totale c'è 1 utente in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 1 Ospite

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 21 il Mer 02 Nov 2011, 05:37
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Partner
creare un forum

Condividi | 
 

 UN SALUTO AL GIOCATORE PIU' FORTE DEL MONDO!

Andare in basso 
AutoreMessaggio
PIZARRO
Admin
avatar

Messaggi : 848
Data d'iscrizione : 26.08.10
Età : 29
Località : TUFI

MessaggioTitolo: UN SALUTO AL GIOCATORE PIU' FORTE DEL MONDO!   Lun 14 Feb 2011, 19:59

Ronaldo, il giocatore quasi perfetto

E adesso sì che bisogna avere paura del buio. Quello che ci sarà dopo di lui, dopo la fine di una carriera esaltante, straordinaria. Con l’addio di Ronaldo sparisce un capitolo fondamentale nella storia del calcio. E’ stato uno degli ultini superuomini che si siano visti negli stadi. Oggi rimane Ibrahimovic, ma è un’altra cosa. Lo svedese utilizza al 50% il fisico e al 50% la tecnica, Ronaldo è stato, fino a quando la forza glielo ha consentito, la massima sublimazione della scienza calcistica.
Nato per giocare a calcio, nato per partire a cento all’ora con un pallone tra i piedi e puntare dritto una porta, una meta. Un gol. Nato per far sognare la gente e per essere un esempio da imitare. O meglio un esempio impossibile da imitare. Perché nessuno come lui ha avuto la capacità di correre con il pallone più veloce di quanto fosse capace di fare in linea retta. Nessuno - se non Maradona prima lui - era in grado di dribblare tutta la squadra avversaria e poi depositare il pallone in rete.

E’ facile scadere nella retorica quando si parla di un giocatore del genere. In 99 casi su 100 i polpastrelli scappano via, tendono a esaltare personaggi che forse non lo meritano, a vendere per oro un ciondolo d’argento. In questo caso è vero il contrario. Si rischia di andare a cercare qualche difetto in un giocatore che dal punto di vista tecnico non ne ha avuti. Si può andare a trovare qualche neo nel resto della sua vita, la poca propensione al sacrificio, la facilità di innamoramento nei confronti delle donne, la gola più da gourmet che da sportivo professionista. Va bene, va bene. Ma il giocatore, quello è stato sopraffino. Ha regalato momenti di poesia, ha conteso a Pelè e Maradona lo scettro di miglior giocatore degli ultimi cinquant’anni. Ha riempito giornali, trasmissioni televisive, ha scomodato capi di stato e di governo. Si è divertito tanto e ha fatto divertire.

Il grande rimpianto è che in Italia si è visto troppo poco. Un anno splendido, il primo da interista, uno scudetto sfiorato e una Coppa Uefa stravinta. Ma poi praticametne è finita lì, causa un Mondale giocato sotto infiltrazioni e sotto stress, ma soprattutto causa infortuni devastanti. Eppure poteva ancora dare, poteva volare in giro per i campi della serie A se non avesse trovato sulla sua strada Hector Cuper. Nel 2002, dopo il famigerato 5 maggio, Moratti aveva promesso a Ronaldo il cambio di allenatore, salvo poi cambiare idea. Altri mesi a contatto con l’hombre vertical, il Fenomeno non li avrebbe potuti trascorrere. Troppo pesante l’aria da respirare, troppo forte l’incompatibilità, come prima di quella partita a Brescia in cui il tecnico argentino chiese a Ronie di fare i movimenti difensivi che faceva Kallon e si sentì rispondere: “Poi vai a dire a Kallon di segnare i gol che segno io”. Non era presunzione, ma consapevolezza nei propri mezzi. Per quello che Ronaldo ha rappresentato dal 1997 al 2002, dovrebbe essere ricordato come un’icona della storia nerazzurra, invece nel cuore della gente deve dividere uno spazio con gente che ha vinto molto meno oppure addirittura non ha vinto nulla, come Karl-Heinz Rummenigge. La colpa che gli viene imputata non è tanto l’aver giocato nel Milan, quanto averlo fatto felice di farlo.

Ha cominciato dal basso, da ragazzino povero che sognava la maglia del Flamengo e invece doveva accontentarsi di giocare nel Sao Cristovao. E’ cresciuto a vista d’occhio in Europa, prima nel Psv Eindhoven e poi nel Barcellona, dove il ragazzino con i dentoni è diventato prima ragazzone, poi uomo, E che uomo. Ha regnato sul calcio mondiale, portandosi a casa due Palloni d’oro e un Mondiale vinto da superprotagonista. Si è divertito in campo e fuori, concedendosi tutto quello che un uomo può sognare. E’ tornato in Brasile come aveva promesso quando se n’era andato tanti anni fa. E adesso ha detto basta. Non farà l’allenatore perché ha semrpe detto che non è il suo mestiere. Farà qualcosa d’altro che c’entri con il calcio, magari l’agente di giocatori. Difficile pensare che uno come lui non si renda conto di avere sotto gli occhi un potenziale fenomeno. In questo caso non c’è da avere paura del buio.


_________________
MIRANTE - GILLET - ROMERO
ALVARO PEREIRA - SAMUEL - BENATIA - CIANI - DE SILVESTRI - BURDISSO - CAPUANO M. - NATALI
COSSU - GUARIN - PIRLO - WEISS - TISSONE- LULIC - TACHTSIDIS - BIABIANY
IMMOBILE - JOVETIC - CASSANO - LAMELA - VUKUSIC - PABON
All. PIZARRO
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://stekka-piz.forumattivo.it
mancino

avatar

Messaggi : 137
Data d'iscrizione : 28.08.10
Età : 28
Località : arnesano

MessaggioTitolo: Re: UN SALUTO AL GIOCATORE PIU' FORTE DEL MONDO!   Mar 15 Feb 2011, 11:45

caro pizzarro di chi è il copyright di questo articolo? se è tuo giù il cappello potresti fare il giornalista sportivo Smile
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
PIZARRO
Admin
avatar

Messaggi : 848
Data d'iscrizione : 26.08.10
Età : 29
Località : TUFI

MessaggioTitolo: Re: UN SALUTO AL GIOCATORE PIU' FORTE DEL MONDO!   Mar 15 Feb 2011, 12:34

Ma no,ovvio che no...è preso da un sito sportivo (www.sportmediaset.mediaset.it)...io non sarei in grado di esprimere a parole quello che penso su questo immenso campione...che ha avuto solo una pecca: INDOSSARE LA MEGLIA ROSSONERA!!!!

_________________
MIRANTE - GILLET - ROMERO
ALVARO PEREIRA - SAMUEL - BENATIA - CIANI - DE SILVESTRI - BURDISSO - CAPUANO M. - NATALI
COSSU - GUARIN - PIRLO - WEISS - TISSONE- LULIC - TACHTSIDIS - BIABIANY
IMMOBILE - JOVETIC - CASSANO - LAMELA - VUKUSIC - PABON
All. PIZARRO
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://stekka-piz.forumattivo.it
mancino

avatar

Messaggi : 137
Data d'iscrizione : 28.08.10
Età : 28
Località : arnesano

MessaggioTitolo: Re: UN SALUTO AL GIOCATORE PIU' FORTE DEL MONDO!   Mar 15 Feb 2011, 16:10

può darsi, anche se con la maglia rossonera ha potuto vincere quello che con la maglia nerazzurra non sognava neanche
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Stekka

avatar

Messaggi : 166
Data d'iscrizione : 27.08.10
Età : 29
Località : Arnesano

MessaggioTitolo: Re: UN SALUTO AL GIOCATORE PIU' FORTE DEL MONDO!   Mar 15 Feb 2011, 19:04

Stau a luttu vagnuni..il mio idolo!!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: UN SALUTO AL GIOCATORE PIU' FORTE DEL MONDO!   

Torna in alto Andare in basso
 
UN SALUTO AL GIOCATORE PIU' FORTE DEL MONDO!
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Giocatore piu forte di tutti i tempi?
» Tecnica di gioco sul veloce
» AIUTOOO?COME BATTERE QUESTO GIOCATORE???
» consiglio per battere un avversario piu forte
» Migliore racchetta per tirare forte e preciso da fondo

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: ARCHIVIO :: 2010/2011 :: REPARTO MACELLERIA-
Vai verso: